L’ indirizzo di studi SERVIZI SOCIO-SANITARI ARTICOLAZIONE OTTICO fornisce le competenze di ottica ed oftalmica necessarie per realizzare, nel laboratorio oftalmico, ogni tipo di soluzione ottica personalizzata e per confezionare, manutenere e commercializzare occhiali e lenti, nel rispetto della normativa vigente.


Dopo i cinque anni lo studente è in grado di:

  1. Realizzare ausili ottici su prescrizione del medico e nel rispetto della normativa vigente.
  2. Assistere tecnicamente il cliente, nel rispetto della prescrizione medica, nella selezione della montatura e delle lenti oftalmiche sulla base delle caratteristiche fisiche, dell’occupazione e delle abitudini.
  3. Informare il cliente sull’uso e sulla corretta manutenzione degli ausili ottici forniti.
  4. Misurare i parametri anatomici del paziente necessari all’assemblaggio degli ausili ottici.
  5. Utilizzare macchine computerizzate per sagomare le lenti e assemblarle nelle montature in conformità con la prescrizione medica.
  6. Compilare e firmare il certificato di conformità degli ausili ottici nel rispetto della prescrizione oftalmica e delle norme vigenti.
  7. Definire la prescrizione oftalmica dei difetti semplici (miopia e presbiopia, con esclusione dell’ipermetropia, astigmatismo e afachia).
  8. Aggiornare le proprie competenze relativamente alle innovazioni scientifiche e tecnologiche, nel rispetto della vigente normativa.

Profilo culturale, competenze e sbocchi lavorativi dell’ottico:
è un libero professionista, che possiede la competenze per il montaggio dei vari tipi di occhiali e l’uso corretto della strumentazione professionale.

Al termine dei cinque anni avrà competenze adeguate ad:

  • eseguire un esame optometrico;
  • gestire l’applicazione delle lenti a contatto;
  • riconoscere alcune patologie oculari, da riferire al medico oculista;
  • consigliare i diversi tipi di dispositivi e strumenti ottici.

L’ottico è un professionista che può accedere alla libera professione ed essere impegnato nelle aziende che si occupano di strumentazione, nei reparti oftalmici degli ospedali, negli studi di ortottica.
Il diploma permette l’accesso a tutte le facoltà universitarie preparando in particolar modo per quelle nel campo medico, ma non abilita alla professione. Al termine del percorso quinquennale lo studente sostiene l'esame di abilitazione alla professione di ottico, che consente l'inserimento nel mondo del lavoro.
Nella classe terza è previsto il percorso di addetto alla professione di ottico con tirocinio in aziende,  esercizi commerciali o strutture sanitarie.

Quadro orario settimanale “Tecnico dei Servizi Socio Sanitari articolazione Ottico”

Quadro orario settimanale 1° biennio 2° biennio 5° anno
Attività ed insegnamenti generali I II III IV V
Lingua e letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Storia, Cittadinanza, Costituzione 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed Economia 2 2      
Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia) 2 2      
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione Cattolica o alternativa 1 1 1 1 1
Attività ed insegnamenti di indirizzo I II III IV V
Ottica,ottica applicata 2 2 4 4 4
Esercitazioni lenti oftalmiche 4 4 5 2  
Esercitazioni di optometria     4 4 4
Esercitazioni di contattologia     2 2 2
Discipline sanitarie 2 2 2 5 5
(anatomia, fisiopatologia, igiene)          
Scienze integrate (fisica) 2 2      
Scienze integrate (chimica) 2 2      
Diritto e pratica commerc.         2
legislazione socio-sanitaria          
TOTALE SETTIMANALE 32 32 32 32 32

Accesso Utenti

Scelta della lingua

itzh-CNen